progetto con Arch. Daniela Borroni

 

" E corsi a vedere il colore del vento"   Fabrizio De Andrè, il sogno di Maria

 

Gli elementi di questo giardino coralmente partecipano a sommergere il visitatore in un’esperienza percettiva ed emozionale prima che cognitiva, con la volontà di trasformare tutti i visitatori in bambini.

Il percorso nel giardino attraversa piccoli paesaggi fiabeschi nei quali elementi artificiosi e fuori scala evocano le intrecciate esperienze sensoriali prodotte dal vento. La raffica di vento attraversa lo spazio, passa sopra le teste dei visitatori, solleva e conduce profumi, porta lontano e trasforma i suoni, accarezza la pelle del nostro corpo. Il vento ha qui presenza fisica, è il protagonista che accompagna il visitatore nel racconto. Il vento fa muovere le foglie e volare i semi alati del bosco, agita i soffioni giganti nel prato e il polline multi sensoriale, trasforma le nuvole di piante leggere e piumose, genera le onde di sabbia fino a risuonare sotto i piedi al passaggio del visitatore.

/festival international des jardins 2013

domaine de chaumont sur loire

laboratorio di architettura rosellini&partners . via tertulliano 70 milano . tel/fax 0238268328 . p.iva 07525710963. info@architetturarosellini.it